Confronto tra estrattore, spremiagrumi e frullatore

La preparazione e il consumo dei succhi di frutta, sopratutto nel periodo estivo, è davvero massiccia; questo perchè si tratta di una bevanda che non solo è fresca e dissetante, ma è anche ricca di vitamine e di sali minerali che sono contenuti nella frutta utilizzata per realizzarli. Sempre più persone scelgono di preparare dei succhi in casa, in modo da avere la certezza di prepararli in modo sano e di evitare l’utilizzo di conservanti e coloranti che potrebbero renderli poco salutari.

Preparare dei succhi in casa è un’operazione che può essere realizzata con diversi tipi di strumenti e che diventa in questo modo davvero semplice e veloce. 

Andremo adesso ad esaminare proprio tre tipi di strumenti che potrebbero permettervi di preparare degli ottimi succhi di frutta in casa.

Il primo strumento che prendiamo in esame, nonchè uno dei più comuni e blandi, è lo spremiagrumi. Lo spremiagrumi serve proprio ad estrarre tutto il succo dalla frutta, o meglio dagli agrumi come arance, limoni, mandarini, lime e così via. Questo strumento è quindi adatto ad un obiettivo ben preciso, e può essere utilizzato esclusivamente per questa funzione ben specifica.

L’altro strumento che potreste trovare utile è il frullatore. Questo strumento vi permette di andare a frullare anche frutta e verdura di vario genere al suo interno in modo da ottenere degli ottimi frullati di frutta. Quindi, più che per la preparazione di succhi, questo strumento si presta alla preparazione di frullati o di vari tipi di mix di frutta.

Infine abbiamo l’estrattore. Si tratta del più moderno tra gli strumenti presi in esame e permette di andare ad estrarre a freddo tutto il succo contenuto i frutta e verdura.  La particolarità di questo strumento è che, andando ad estrarre a freddo, riuscirà a mantenere intatte tutte le proprietà contenute nella frutta, incluse vitamine e sali minerali, quindi sarà ideale per preparare delle bevande sane.

Per avere maggiori informazioni sull’utilizzo dell’estrattore a freddo in modo particolare e anche per valutare quelli potrebbero essere le caratteristiche che un buon estrattore dovrebbe necessariamente avere, vi invito a consultare la guida che potete trovare a questo link sulle differenze tra estrattore, centrifuga, spremiagrumi e frullatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *