“Cyclette e riabilitazione sono compatibili?

Nella guida che trovate sul sito Scelta Cyclette , troverete diverse e valide informazioni sui vari modelli di cyclette disponibili, sugli utilizzi che se ne possono fare e anche sui soggetti che possono utilizzare la cyclette in diversi modi e ottenendo degli ottimi risultati.

Una delle principali questioni che spesso viene posta è se sia possibile o meno utilizzare la cyclette in percorsi riabilitativi. La risposta a questa domanda è affermativa, infatti spesso sono gli stessi studi di fisioterapia che propongono la cyclette come attrezzo da riabilitazione. I fisioterapisti spesso la utilizzano sia durante le sessione riabilitative, che possono coinvolgere diversi muscoli e ossa, sia come terapia da svolgere a casa dai pazienti. La cyclette quindi può essere una valida alternativa da valutare in caso stiate affrontando dei percorsi di riabilitazione.

E’ ovvio però che non dovreste prendere delle iniziative personali nello scegliere se utilizzare o meno la cyclette. Prima di tutto dovreste consultare sia il vostro medico che il vostro terapista, saranno loro a dirvi se e in base a quali ritmi dovreste utilizzare la cyclette per fare della ginnastica riabilitativa. 

In effetti gli esercizi con la cyclette vanno semplicemente ad integrare e completare gli esercizi mirati svolti dal paziente con l’aiuto del fisioterapista o di chi per lui. Inizialmente quindi, anche se i terapista vi darà il via libero per utilizzare la cyclette, sarete probabilmente seguiti nei movimenti da lui stesso che vi indicherà il tipo di movimento e il ritmo da tenere. In questo modo eviterete di compiere dei movimenti scorretti che potrebbero in qualche modo ledere i risultati ottenuti con le terapie. 

Inoltre, nell’utilizzare la cyclette come terapia di riabilitazione, è importantissimo che procediate per gradi e che non sforziate i muscoli tutti in una volta. Potreste per esempio iniziare con pochi mutui di ginnastica al giorno e realizzati in modo lento e delicato. Man mano poi potreste integrare con maggiore tempo passato sulla cyclette e con un ritmo più sostenuto ma mai esagerato. Questo metodo vi aiuterà a recuperare in modo lento e preciso l’utilizzo dell’arto interessato e ad aiutarvi a riprendere tutte le vostre normali attività. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *