Orologi meccanici: come farli durare più a lungo, info e consigli

Il bello di avere un orologio meccanico, per quanto più delicato e complesso nei meccanismi, è quello di avere un oggetto che è un concentrato di ingranaggi sottili, un capolavoro di ingegneria meccanica al polso, anche se questo richiede una responsabilità maggiore nel preservarlo da eventuali danneggiamenti, indotti nella maggior parte dei casi da comportamenti errati per ignoranza della materia, chi vuole informarsi meglio può cliccare su www.sceltaorologi.it. Se si possiede un orologio meccanico, che funziona a lancette, come siamo sempre stati abituati a inquadrare un orologio degno di questo nome, allora si dovranno rispettare alcune piccole regole di manutenzione e buon senso, affinché abbia vita lunga. Spesso quando si va al mare d’estate si può dimenticare di averlo al polso e lo si sottopone allo stress di stress e acqua salata. Male, anzi malissimo.

Un orologio meccanico, di solito non è dotato di funzioni water resistant, come i più moderni modelli sportivi, ad esempio, che consentono immersioni fino a 50 o 100 metri di profondità, lo stesso contatto con l’acqua quando ci si lava al mattino potrebbe danneggiarlo. Inoltre, neanche il sole gli fa bene, oltre agli sbalzi repentini di temperatura, che potrebbero bloccarlo o guastarne il funzionamento. Se, poi, il cinturino è in pelle, per quanto elegante e raffinato, è esposto a mille rischi, non ultimo macchie d’olio o di profumo, dure se non impossibili ad essere eliminate. A volte può succedere di lasciare l’orologio a casa per dimenticanza o volutamente, in tal caso però bisogna stare ben attenti a dove lo si ripone, che dev’essere un luogo perfettamente asciutto e non esposto alla luce del sole.

Infatti, se è un posto umido l’orologio potrebbe addirittura ossidarsi, mentre se lasciato al sole i raggi potrebbero scolorirlo. L’ideale sarebbe conservare la scatola della confezione dove poterlo riporre, all’occorrenza, ogni volta che lo si lascia a casa. Infine, una precauzione non scontata, che riguarda la possibilità che l’orologio sia veicolo di allergie. Succede soprattutto nei modelli realizzati in nichel, una sostanza di solito innocua ma che in alcuni soggetti può provocare reazioni allergiche. Se insorge pochi giorni dopo aver acquistato un orologio di quel materiale potrebbe darsi che sia colpa del nuovo accessorio, basterà un consulto medico per accertarsene e, in caso affermativo, cambiare subito orologio.